Taormina. Associazione B&B e Case d’Epoca, definite le strategie e le attività

Gianni Ficarra, presidente Associazione B&B e Case d'Epoca città di Taormina, durante un recente incontro con gli associati

Definite le linee guida e le strategie operative della “neonata” Associazione B&B e Case d’Epoca Città di Taormina, il sodalizio al quale hanno aderito gli operatori economici dell’ospitalità “familiare” taorminese. Nel corso di una riunione svoltasi martedì sera a Casa Cuseni sono state concordate dal direttivo dell’associazione le attività da porre in essere nei prossimi mesi nel territorio della Perla dello Ionio.

Prossimi obiettivi. «Verranno intanto create – ha reso noto il presidente Giovanni Ficarra – delle apposite mappe dei bed and breakfast e delle case vacanza presenti in città. Stiamo anche lavorando alla previsione di un convegno nazionale sul tema dell’ospitalità extralberghiera che avrà luogo a Taormina nei prossimi mesi, e si tratta di un tema sul quale per altro ci stiamo impegnando per una proposta di legge che consenta un riordino del settore e una regolamentazione e disciplina delle varie attività comprese in questo ambito. Abbiamo avviato l’iter anche per la realizzazione di un portale della nostra associazione e questo passaggio appare quantomai importante poiché faremo, in buona sostanza, una mappatura ufficiale delle strutture di categoria operative a Taormina. I B&B e le case vacanza che verranno inseriti nel portale ufficiale dell’associazione saranno tutti quelli che si potranno considerare pienamente in regola. E’ questa la vera strategia efficace che può consentire di distinguere gli operatori “buoni” da quelli che vanno attenzionati e che possono essere abusivi e non in linea con i pagamenti al Fisco e nei confronti del Comune. Ed è la riprova più eloquente che noi siamo in prima linea nella lotta all’abusivismo: nel portale ufficiale dei B&B e delle case vacanze si potranno trovare tutte le strutture di categoria attive a Taormina».

Il tema scottante dell’abusivismo. «Venerdì avremo un incontro con il sindaco di Taormina – continua Ficarra – e nel corso di quella riunione affronteremo una serie di temi sui quali ci auguriamo si possano trovare delle soluzioni risolutive. Ci riferiamo, ad esempio, alla necessità di un piano di viabilità, all’esigenza di porre rimedio all’inquinamento acustico e alle evidenti difficoltà del piano di raccolta differenziata che si palesano nei tanti, troppi, casi in cui la spazzatura rimane per strada». Poi l’Associazione B&B e Case d’Epoca Città di Taormina torna a soffermarsi sulla polemica dell’abusivismo: una parola spesso associata proprio ai B&B. «Noi esercitiamo nel pieno rispetto delle regole e delle vigenti leggi, gli evasori sono altri. Facciamo battaglie intelligenti e non speculazioni politiche. Noi non siamo contro nessuno ed è giusto che ognuno faccia il proprio percorso e sulla base di ciò che può offrire alla clientela. Qualificare e quantificare il turismo extralberghiero è il nostro obiettivo. I discorsi di antagonismi che non hanno ragion d’essere oppure le sterili polemiche sono aspetti che non ci appassionano. Diamo rispetto agli altri e ne pretendiamo altrettanto. L’Associazione B&B e Case d’Epoca Città di Taormina ha, infine, annunciato che verranno attivati sul territorio dei punti informativi nei quali si daranno indicazioni ai turisti, e notizie inerenti non soltanto l’ospitalità ma anche sui siti culturali presenti in città, su eventi e spettacoli».

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *